The wikis are now using the new authentication system.
If you did not migrate your account yet, visit https://idp-portal-info.suse.com/

Portal:ARM/Intro

ARM powered.png

La maggior parte del contenuto abituale della distribuzione openSUSE (più di 6000 pacchetti) può essere compilato ed eseguito su tutto l'hardware ARM che abbiamo testato fino ad ora.

Grazie a OBS possiamo eseguire il build incrociato dei pacchetti e, se necessario, la loro compilazione incrociata, avendo per riferimento numerose architetture (ARM inclusa), il che ci permette di ridurre significativamente il tempo che impegniamo per queste attività.

Attualmente come architetture di riferimento abbiamo armv7hl (calcolo in virgola mobile tramite hardware con ABI aapcs-linux) e armv6l/armv6hl (calcolo in virgola mobile tramite hardware, per armv6). Se disponi di conoscenze e di esperienza in materia, non esitare a contribuire. Se, nonostante le premesse, scegli di non partecipare, allora non lamentarti - devi esserci per vincere ;-) Se stavi cercando la versione a 64 bit per ARM, vedi la pagina su AArch64.

Per domande o aiuto, rivolgiti senza problemi alla mailing list openSUSE ARM o anche al canale IRC #openSUSE-arm. Siamo inoltre impegnati a cercare persone interessate a far girare openSUSE ARM su hardware che ancora non supportiamo. Se possiedi un dispositivo basato su armv7 che ancora non funziona con openSUSE e sei intenzionato a spendere un po' di tempo per farlo funzionare con questa distribuzione, puoi contattarci sulla mailing list.

Inoltre sul versante della creazione pacchetti c'è sempre spazio per migliorare, in numerosi aspetti. Per vedere quali pacchetti hanno bisogno di attenzioni puoi passare in rassegna gli errori di build (filtrati: errori di build specifici di ARM). Se ritieni di poter dare una mano, potresti provare a correggere qualcosa che non funziona e inviare la richiesta di modifica a openSUSE Factory (fai un submitrequest con osc o la WebGUI di openSUSE Build Service). Un aiuto è sempre apprezzatissimo.

Grazie a QEMU non è difficile creare pacchetti a scopo di test, in locale per mezzo di osc, ed eventualmente anche manualmente. Raccomandiamo però di usare openSUSE 13.1 come OS di supporto per la creazione dei pacchetti, dal momento che contiene il più recente insieme di strumenti per eseguire i file binari per ARM.

Lavorare a migliorare il supporto per questa piattaforma non è possibile senza avere l'hardware a disposizione. Con la donazione di alcune macchine EFIKA MX a cinque sviluppatori, Genesi sta contribuendo all'impresa di completare il porting, rendendo così possibile la compilazione in ambiente nativo e facendo sì che EFIKA MX sia la prima macchina ad essere supportata da openSUSE ARM.

Grazie per l'interessamento ed ecco come fare per mettere il nostro camaleonte su alcuni dispositivi ARM.