The wikis are now using the new authentication system.
If you did not migrate your account yet, visit https://idp-portal-info.suse.com/

Concetti

Questa serie di articoli fornisce alcuni concetti di base su openSUSE e accenni ad alcune applicazioni basilari. Si rivolge ai nuovi utenti di Linux che utilizzano openSUSE. Si dà inoltre per acquisito che il nuovo utente di Linux abbia già un po' di esperienza con il computer.

Prime cose da fare con la propria nuova openSUSE

Tipicamente, non appena la sua openSUSE è stata installata, la prima cosa che un nuovo utente di openSUSE vuole fare è iniziare a lavorare su uno dei suoi progetti preferiti. Ma prima di ciò, è utile fornirsi di alcune nozioni di base sul funzionamento di Linux, per evitare di perdere tempo in seguito. Linux lavora in una maniera diversa da MacOS o dalle versioni di MS-Windows Operating System (OS), e, per risparmiare tempo, è necessario comprendere queste differenze.

Attenzione! Proprio come con altri sistemi operativi, non è saggio accedere ad una sessione desktop (grafica) come amministratore (tradizionalmente chiamato root), e fortemente sconsigliato.

Esistono 2 differenze principali

La differenza più immediata è l'interfaccia utente:
L'Interfaccia grafica utente (Graphical User Interface, spesso indicata con GUI) presente in openSUSE è leggermente diversa da quella in Windows o MacOS, ma le differenze sono in gran parte estetiche. Il Desktop Plasma di KDE (in breve: KDE) (a differenza di GNOME, un ambiente desktop alternativo) è particolarmente simile ad altre interfacce utente: la maggior parte degli elementi di base sono gli stessi, le finestre sono finestre, e hanno una cornice, una barra del titolo, un pulsante per la configurazione della finestra sulla parte sinistra della barra del titolo, e gli usuali pulsanti Minimizza, Massimizza e Chiudi sul lato destro della barra del titolo. Queste impostazioni predefinite possono essere facilmente modificate, qualora l'utente decida di utilizzare un tema diverso, ma quelle preimpostate sono pensate per far sentire i nuovi utenti a casa propria con Linux.

Il secondo tipo di differenze sono quelle sotto il cofano:
Sono numerose. Una tra le prime differenze che ciascun nuovo utente scoprirà assai presto è che i programmi creati per Windows necessitano per funzionare di uno speciale livello di compatibilità fornito dal programma Wine (Wine Is Not an Emulator, Wine non è un emulatore) che funziona per molti, ma non per tutti i programmi per Windows. L'architettura del file system in Linux è inoltre significativamente diversa sia da quella di Windows che di MacOS. Linux è alquanto più semplice da amministrare senza avviare il desktop come root. Un'altra importante differenza è che il modo con cui il software viene sia installato, che mantenuto (aggiornato, ecc.) è significativamente diverso da Windows e MacOS. L'elenco continua ancora per molto e verrà illustrato in maggior dettaglio più avanti, tuttavia questi 4 esempi dovrebbero mettere in evidenza che gli utenti avanzati (non abituati a Linux) dovranno accomodare le loro abitudini ad operare con il computer, in favore di Linux. Perché soltanto gli utenti avanzati? Semplicemente perché si addentreranno al di sotto della superficie, cercando le opzioni di configurazione equivalenti a quelle in Windows e riscontreranno differenze tra Windows e Linux. Gli utenti avanzati, mentre usano il computer, hanno spesso necessità di indagare a fondo cosa c'è sotto il cofano per comprendere e configurare anche gli aspetti più remoti. Questa necessità di comprendere e configurare non manca nemmeno in Linux.


Collegamenti esterni