The wikis are now using the new authentication system.
If you did not migrate your account yet, visit https://idp-portal-info.suse.com/

SDB:Installazione con poca memoria

Questo articolo illustra le tecniche per installare ed evitare i problemi con sistemi dotati di poca memoria. Si tratta soltanto di soluzioni temporanee, che aggirano il problema.
La lettera X in sdX si trova al posto di a o b o di qualunque altra lettera. Dovresti sostituire X con l'effettiva lettera del tuo dispositivo.

Sistemi con pochissima memoria

Meno di 100 MegaByte

Il programma di installazione esaurirà la memoria generando un kernel panic appena dopo il messaggio 'moving into tmpfs' (caricamento nel filesystem temporaneo). Per aggirare il problema aggiungi l'opzione '_tmpfs=0' durante la fase di avvio. Volendo usare comunque l'installazione 'safe settings' aggiungi questa stringa alla fine separandola con uno spazio (' ') dalle altre. In aggiunta avrai bisogno di un'area per lo spazio di swap, guarda la sezione successiva.

In ogni caso, supponendo che si possa completare l'installazione, un sistema con un quantitativo di RAM così piccolo sarà estremamente lento (come un vecchio macinino). Usa un gestore di finestre leggero come IceWM al posto di KDE o Gnome, poiché questi ultimi lo rendono ancora più lento. O meglio, usa la modalità testo!

In alternativa prendi in considerazione una distribuzione pensata apposta per questo tipo di hardware, per esempio:

Fai uso dell'opzione '_tmpfs=0' solo se veramente necessario (cioè in caso di kernel panic come descritto)

Tra 100 e 256 MegaByte

L'installazione avrà bisogno dello spazio di swap, questo verrà richiesto automaticamente a meno che non aggiungi 'addswap=-1' alla riga di comando. Questa opzione può essere combinata con '_tmpfs=0', per esempio, sempre separata da un altro spazio.

Con ciò si suppone che il disco contenga dello spazio utilizzabile come partizione di swap, altrimenti:

  • vai al prompt dei comandi (Alt-F2 o, forse, Alt-F9 etc.)
  • usa fdisk per eliminare la partizione, o le partizioni esistenti e per crearne una da 100 fino a 500 MegaByte, a seconda dello spazio disponibile, e prendi nota del numero della partizione
  • mentre sei ancora all'interno del menu du fdisk imposta il tipo di partizione a 'linux swap' (82)
  • salva ed esci da fdisk
  • formatta la nuova partizione con 'mkswap /dev/hda1' (o più in generale con il corretto nome di dispositivo associato alla nuova partizione)
  • ritorna al programma di installazione di YaST con Alt-F1 (modalità testo) o Alt-F7 (GUI)

Sistemi con più di 128 MegaByte di RAM e con un processore Pentium a frequenza di clock maggiore di 100MHz sono sorprendentemente utilizzabili con gestori di finestre leggeri come IceWM, oppure AfterStep. Ovviamente più RAM hai e meglio è...


Ridurre la quantità di memoria usata

Modalità Testo

Usando la modalità testo per l'installazione (ncurses) si risparmiano circa 10 MB rispetto alla modalità grafica (Qt). Seleziona la prima nella fase di avvio usando il tasto F3 o inserendo il parametro di avvio Linuxrc

 textmode=1

Installazione dell'immagine di root su disco

Il programma di installazione YaST e i suoi moduli sono memorizzati in un filesystem compresso (che si trova in /boot/ARCH/root) dalle dimensioni di circa 70MB.

Se si utilizza un server HTTP o FTP per l'installazione, questo filesystem deve essere per prima cosa copiato in RAM, e poi usato.

Per evitarlo, installa invece da DVD/CD o usa NFS.

Meno attività di registro

Il risolutore di dipendenze dei pacchetti, in particolare, può generare enormi file di registro (log) quando inizi a cliccare nel programma e ad effettuare numerose operazioni. Per limitare la quantità di RAM disk occupata dai log di YaSTT, imposta i parametri Y2MAXLOGSIZE (in KB) e Y2MAXLOGNUM.

 Y2MAXLOGSIZE=1000
 Y2MAXLOGNUM=1

Naturalmente fallo solo se sei sicuro di non incontrare nessun bug ;-) Altrimenti un metodo più sicuro è quello di ridirigere le operazioni di log sulla rete o di ridirigere le operazioni di log su una chiavetta USB.


Aggiungere spazio di swap

Normalmente YaST userà lo spazio di swap che definisci per l'installazione, ma solo dopo il "punto di non ritorno", nel momento in cui effettivamente inizia la formattazione del disco. Per aggiungere prima lo spazio di swap, devi specificare una partizione di swap esistente aggiungendo il seguente parametro alla riga d'avvio quando si avvia il programma di installazione:

 addswap=hdaN

In alternativa richiedi interattivamente l'impostazione dello swap con

 addswap=-1 

Swap su dispositivi rimovibili

Sfortunatamente il parametro addswap non sembra funzionare con le penne USB o altri dispositivi rimovibili, ma una soluzione su come usarli esiste.

Per prima cosa usa il parametro Linuxrc start_shell=1 per avviare la shell prima che YaST sia inizializzato

 start_shell=1

In alternativa passa alla shell durante l'installazione con Alt-F2 o, forse, con Alt-F9.

Quando poi sei nella shell crea una partizione di swap sul dispositivo e indica al sistema di installazione di usarla

 mkswap /dev/sdX1
 swapon /dev/sdX1

Per controllare se il sistema di installazione usa lo spazio di swap ricorri a questo comando

 free -m

Per continuare con l'installazione, se hai usato 'start_shell=1', digita exit e primi [Invio] o premi Ctrl+d. Se stai usando la shell in console 2 o 9 (via Alt-F2 etc.) cambia con Alt-F1 in modalità testo o Alt-F7 per la GUI.


Problemi con hardware vecchio

Hard disk o CD, o entrambi, non trovati durante l'installazione

Alcuni vecchi sistemi (tipicamente Pentium-I 75-150 MHz) hanno bisogno che il modulo 'ide-generic' sia caricato prima che l'Hard disk o il CD (o entrambi) possa essere rilevato dal programma di installazione. Se dovesse verificarsi tale comportamento prova a riavviare l'installazione aggiungendo la seguente riga alle opzioni d'avvio:

 'insmod=ide-generic'

Vedi anche