The wikis are now using the new authentication system.
If you did not migrate your account yet, visit https://idp-portal-info.suse.com/

SDB:Aiuto per lo scaricamento

(Reindirizzamento da Download)
Hai bisogno di aiuto per scaricare openSUSE? O cerchi più informazioni su come scaricare openSUSE?

Prima di effettuare il download

Prima di effettuare il download di openSUSE ci sono alcune cose che dovresti considerare.

Requisiti di sistema

Assicurati di soddisfare i requisiti di sistema. openSUSE supporta la maggior parte dei componenti hardware dei PC. I requisiti seguenti devono essere rispettati per garantire il buon funzionamento di openSUSE:

  • Processore da 2 Ghz dual core o superiore
  • 2 GB di memoria di sistema
  • Oltre 40GB di spazio libero sul disco rigido
  • Un lettore DVD o una porta USB disponibili per il supporto fisico di installazione
  • Accesso a Internet consigliato, e necessario per l'installazione da rete

Spazio sul disco e tempo necessario

Lo scaricamento di grandi file ISO può essere a volte un po' problematico, ecco alcune indicazioni utili:

  • La maggior parte delle ISO di openSUSE da scaricare ha le dimensioni tipiche dei DVD e non starà più su un CD da 700 MB.
  • Nella versione da DVD singolo openSUSE richiede un download di 4.3 GB (vedi nota a piè di pagina 1).
Per scaricare i file è preferibile usare BitTorrent, dato che è più affidabile e riduce i carichi di lavoro sui server di openSUSE. Qualora non sia possibile usare un client bittorrent si raccomanda di usare un download manager (programma di gestione degli scaricamenti).

La tabella seguente mostra le stime di quanto possa durare il processo di scaricamento a seconda della velocità di connessione:

1 ISO CD (700 MB) 1 ISO DVD (4.7 GB)
56 KBit 28 ore 187 ore
64 KBit (ISDN) 25 ore 164 ore
1024 KBit (banda larga) 1.5 ore 11 ore
2048 KBit (banda larga) 45 minuti 5.5 ore
8192 KBit (banda larga) 12 minuti 1.5 ore
24 MBit (ADSL2) 4 minuti 28 minuti
100 MBit (fibra) 1 minuto 7 minuti

Scegliere la versione di openSUSE

Per tua comodità il progetto openSUSE distribuisce due differenti versioni di openSUSE che puoi scaricare, installare e ridistribuire.

  • Leap - una versione di Linux a rilascio regolare. Ciò signfica che è rilasciate annualmente, avendo come priorità durante il periodo di supporto di ciascun rilascio gli aggiornamenti di sicurezza e di stabilità. Nel corso dell'anno non sono previsti cambiamenti in alcun modo significativi per quel rilascio. Leap condivide il Sistema di base comune con SUSE Linux Enterprise, per cui non sono previsti cambiamenti fondamentali nell'architettura per parecchi anni, in linea con ogni nuovo rilascio principale Major (es.: 12, 13, ecc.) di SUSE Linux Enterprise. Leap è raccomandata per amministratori di sistema, sviluppatori in ambito aziendale, e "semplici" utenti Desktop.
  • Tumbleweed - una versione di Linux a rilascio continuo, rolling. Ciò significa che il software si trova sempre alla versione stabile più recente fornita dal Progetto openSUSE. I cambiamenti saranno la regola, dato che i progetti Liberi e Open source rilasciano continuamente nuove versioni dei loro programmi. Tumbleweed è raccomandata per sviluppatori, Contributori di openSUSE, ed entusiasti del mondo Linux/FOSS.

Scegliere il tipo di installazione

Installazione locale

Quando scegli questo tipo di installazione devi scaricare sul tuo computer le immagini CD/DVD che contengono le sorgenti di installazione di openSUSE e poi procedere. Questo offre molti vantaggi:

  • non dipendi da una connessione internet durante l'installazione;
  • puoi condividere i dati su diversi computer;
  • puoi riutilizzare i dati successivamente quando vuoi.

Ma ci sono anche lati negativi:

  • devi trasferire molti dati che in realtà non ti servono;
  • a causa dei limiti di dimensione di CD/DVD ottieni solo una parte dei programmi disponibili per openSUSE.

Procedura per l'installazione locale

  1. Scarica le immagini ISO.
  2. Masterizzale su CD/DVD vergini.
  3. Avvia il computer con il CD/DVD.
  4. Installa openSUSE.

Installazione da rete

Se scegli questo tipo di installazione dovrai scaricare un piccolo supporto di avvio da cui avviare l'installazione e il programma di installazione YaST farà il resto per te. Questo metodo offre anche parecchi vantaggi:

  • non devi scaricare tutto, ma solo quello che ti serve;
  • hai bisogno di un solo CD vergine;
  • la sorgente di installazione da internet contiene tutti i pacchetti software per openSUSE.

Naturalmente ci sono anche lati negativi:

  • dipendi da una connessione internet durante l'installazione;
  • può essere molto lento a seconda del carico del server e della velocità della tua connessione internet;
  • può non essere possibile connettersi ad internet se la tua scheda di rete non è riconosciuta.

Procedura per l'installazione da rete

  1. Scarica l'immagine CD di avvio. I CD NET più recenti sono nel repository Factory, ma prima di utilizzarla leggi l'articolo relativo a Factory.
  2. Masterizza l'immagine CD di avvio.
  3. Avvia il computer dal CD di avvio.
  4. Punta il programma di installazione YaST sul repository di installazione (premendo F3 e poi F4)
  5. Installa openSUSE.

Per ulteriori informazioni leggi Installazione da rete.


Scegliere il protocollo di scaricamento

Scaricare tramite HTTP

Puoi scaricare le immagini disco di openSUSE come faresti per un normale file facendo clic sul collegamento nella pagina Download nel tuo browser web. Tuttavia è fortemente raccomandato l'utilizzo di un gestore degli scaricamenti per ridurre il rischio di ottenere dati corrotti durante lo scaricamento di un file così grande.

  • Se usi Linux per lo scaricamento ti raccomandiamo allora di utilizzare lo strumento a riga di comando wget. wget è in grado di continuare lo scaricamento dopo un'interruzione aggiungendo -c ai parametri di wget. Una riconnessione dopo una temporanea disconnessione avviene automaticamente, anche senza -c. Per maggiori informazioni su wget leggi man wget.
  • Se usi una vecchia versione di Linux o Unix per lo scaricamento ti raccomandiamo allora di utilizzare lo strumento a riga di comando curl, in questo modo: curl -C - -O URL. Per maggiori informazioni leggi man curl.
  • Se usi Mac OS o Windows utilizza il tuo strumento preferito per gli scaricamenti che corrisponda ai requisiti di cui sopra.

Scaricare tramite BitTorrent

BitTorrent è un protocollo di condivisione file peer-to-peer open source, è progettato per condividere software e file multimediali di grandi dimensioni. I sui vantaggi rispetto a HTTP risiedono nel fatto che i client proteggono i dati dalla corruzione e che quando vengono effettuati nello stesso momento più scaricamenti dello stesso file, coloro che scaricano passano dati agli altri utenti consentendo alla fonte del file di supportare un numero molto elevato di utenti che scaricano con solo un modesto aumento del carico. Se abbastanza persone partecipano, lo scaricamento sarà più veloce rispetto che con server centralizzati, per tutti.

La procedura è semplice: una volta scaricato e installato un client puoi avviare uno scaricamento BitTorrent facendo clic su un collegamento a un file *.torrent nel tuo browser.

  • Se usi openSUSE ti raccomandiamo di usare un generico client BitTorrent oppure KTorrent. Un'alternativa leggera a riga di comando è aria2 (Qui i pacchetti del Build Service).
  • Se usi Windows tre popolari alternative sono: Vuze (assicurati di avere JRE di Java installato sul computer), il leggero µTorrent o il client originale BitTorrent.

Altri programmi client di BitTorrent sono disponibili per diverse piattaforme. Puoi trovare i collegamenti ad alcuni di questi sulla pagina web ufficiale di BitTorrent. Per la procedura esatta di scaricamento guarda la documentazione del client.

Scaricare tramite metalink

I metalink sono file in formato XML usati dai gestori degli scaricamenti. Contengono il mirror e le localizzazioni P2P di un file insieme con il suo codice di controllo. I client che supportano i metalink offrono, tra le altre funzioni, la ripresa dello scaricamento, lo scaricamento da molteplici fonti (sia mirror che P2P) simultaneamente, la verifica automatica del codice di controllo e la riparazione automatica degli errori (a seconda del client usato). Pertanto usando i metalink si può garantire una maggiore disponibilità, affidabilità e velocità di trasferimento molto elevate.

I metalink sono forniti dallo strumento di re-indirizzamento degli scaricamenti di openSUSE. Puoi trovare i metalink per tutte le immagini ISO all'indirizzo http://download.opensuse.org/distribution/openSUSE-current/iso/.

Per le modalità d'uso e maggiori informazioni vedi Metalink.

Scaricare tramite FTP

Si raccomanda di scaricare openSUSE dalla pagina Download. Questa parte è principalmente per utenti esperti.

Per prima cosa scegli un mirror vicino a te. Assicurati che il mirror contenga la versione del prodotto che vuoi per il tipo di supporto che preferisci.

Non tutti i client FTP per Windows sono in grado di scaricare file più grandi di 2 GB. Per scaricare un'immagine ISO DVD su una macchina Windows assicurati di avere NTFS come filesystem. Un client ftp che gestisce immagini di questa grandezza è per esempio ncftp.

Se trovi un percorso per le ISO come ftp://ftp.example.org/pub/opensuse/distribution/<rilascio>/iso/<qualcosa>.iso, puoi prelevare questa immagine usando il browser o il comando seguente:

cd <CARTELLA SCELTA>
wget ftp://ftp.example.org/pub/opensuse/distribution/<rilascio>/iso/<qualcosa>.iso

Dopo un'interruzione puoi continuare lo scaricamento aggiungendo -c ai parametri di wget:

wget -c ftp://ftp.example.org/pub/opensuse/distribution/<rilascio>/iso/<qualcosa>.iso

Quando il download sarà completato troverai un file chiamato <qualcosa>.iso nella cartella <CARTELLA SCELTA>.


Codice di controllo

Prima di masterizzare le immagini CD/DVD dovresti controllare i file per eventuali errori: è disponibile un file con nome <qualcosa>*.iso.sha256. Questo file contiene il codice di controllo per la corrispondente immagine ISO disponibile per quello scaricamento. La riga più importante dovrebbe somigliare alla seguente:

8abac6680ecc152f103006b02f9ff67f  qualcosa.iso

Questi file *.iso.sha256 sono anche firmati crittograficamente con GPG da openSUSE (questo per un'ulteriore sicurezza, quando viene calcolata la somma di controllo SHA256 potrebbe allora essere mostrato un avviso, per una soluzione si prega di leggere più sotto).

Per essere sicuri che il download non contenga errori potrai allora generare questo codice numerico usando l'algoritmo SHA256 per l'immagine ISO in tuo possesso e confrontandolo con il valore trovato nel corrispondente file <qualcosa>.iso.sha256 file. Il tuo programma di masterizzazione delle immagini su CD/DVD probabilmente includerà già tale funzionalità, in tal caso verifica di stare usando il nuovo algoritmo di cifratura SHA256 (invece, probabilmente, del meno recente MD5).

Per verificare il codice di controllo in automatico da riga di comando, digita:

sha256sum -c <qualcosa>.iso.sha256

Se la somma o codice di controllo calcolata corrisponde, nel risultato mostrato dal comando troverai allora una riga come questa:

<qualcosa>.iso: OK

Se ci sono delle differenze fra il risultato del comando e il codice trovato allora il file scaricato è danneggiato e deve essere scaricato nuovamente, oppure riparato.

sha256sum quasi sicuramente avviserà che alcune delle righe non sono formattate correttamente, dato che non è in grado di interpretare né processare la firma GPG che è anch'essa inclusa nel file del codice di controllo.

Per verificare la firma GPG da riga di comando, prima di tutto devi importare la chiave della firma del Progetto con i seguenti comandi:

 gpg --recv-keys 0x22C07BA534178CD02EFE22AAB88B2FD43DBDC284
 gpg --fingerprint "openSUSE Project Signing Key <opensuse@opensuse.org>"

Ora puoi verificare la firma con

 gpg --verify <qualcosa>.iso.sha256

Otterrai un risultato che visualizza quando è stato firmato il file e che conferma l'impronta digitale, simile a questo:

 gpg: Signature made Fri 21 Jul 2017 11:10:22 BST using RSA key ID 3DBDC284
 gpg: Good signature from "openSUSE Project Signing Key <opensuse@opensuse.org>"                                                                                                
 gpg: WARNING: This key is not certified with a trusted signature!                                                                                                              
 gpg:          There is no indication that the signature belongs to the owner.
 Primary key fingerprint: 22C0 7BA5 3417 8CD0 2EFE  22AA B88B 2FD4 3DBD C284

L'impronta digitale della chiave primaria dovrebbe essere:

22C0 7BA5 3417 8CD0 2EFE 22AA B88B 2FD4 3DBD C284

Fai riferimento alla documentazione di GPG per quanto riguarda il messaggio di warning, nell'output del comando, relativo all'affidabilità della firma ("trusted signature" nell'output). Ciò non indica la presenza di un problema, ma solo la segnalazione del fatto che non hai firmato la chiave.

Naturalmente, nel caso in cui il risulato del comando sia un altro (parole come BAD, CRC error o no signature found sono chiaro sintomo di un problema) sarà allora necessario controllare l'integrità dei file scaricati nonché la loro origine.


Riparare uno scaricamento

Se stai usando Linux come sistema operativo puoi riparare i file ISO scaricati corrotti con il comando rsync. Per far ciò scegli un mirror che supporti questo protocollo dall'elenco dei mirror e digita il comando seguente:

rsync rsync://<nome-del-mirror>/<cartella-opensuse>/ 

Questo mostrerà il contenuto della cartella sul server. Aggiungendo in fondo al comando i nomi delle sottocartelle potrai arrivare alla cartella che contiene il file ISO sul computer remoto. Infine il comando

touch <percorso-al-tuo-file-ISO-locale>
rsync -avP rsync://<nome-del-mirror>/<percorso-al-tuo-file-ISO-remoto> <percorso-al-tuo-file-ISO-locale>

riparerà il file scaricando solo i dati necessari a correggerlo. Per maggiori informazioni fai riferimento alla pagina del manuale di rsync digitando (in una shell):

man rsync

Masterizzare le immagini ISO su DVD

Usando Linux

Dopo aver scaricato con successo l'immagine ISO, utilizza l'applicazione di masterizzazione che preferisci e masterizza il file ISO sul CD o sul DVD vergine (a partire da openSUSE 12.3 l'immagine ISO è troppo grande per stare su un CD, utilizza al suo posto una chiavetta USB). Su sistemi che eseguono openSUSE puoi usare i programmi di masterizzazione K3B o Brasero. Seleziona l'opzione che ti permette di masterizzare un'immagine CD o DVD e/o un filesystem ISO9660. Non masterizzare il file ISO nello stesso modo in cui masterizzeresti normalmente i tuoi file.

Dalla riga di comando puoi usare il programma cdrecord:

cdrecord dev=/dev/cdrecorder speed=44 driveropts=burnproof -dao -eject -v isofile

Usando Microsoft Windows

Windows 10

Windows 7/8

  • Fai clic col tasto destro sull'immagine ISO e seleziona 'Masterizza immagine disco'.
  • Seleziona un'unità di masterizzazione e scegli 'Masterizza'. Se spunterai 'Verifica disco dopo la masterizzazione', ti verrà poi confermato che l'immagine ISO è stato masterizzata correttamente.

Windows 95/98/ME/2000/XP/Server 2003/Vista

Windows XP non è in grado di masterizzare le immagini ISO senza programmi di terze parti. ISO Recorder PowerToy può aggiungere questa possibilità a Windows XP. Per gli utenti che utilizzano una qualsiasi versione di Microsoft Windows esistono alcune applicazioni di terze parti per la masterizzazione CD in grado di masterizzare le immagini ISO. Di solito viene fornito un programma di masterizzazione per Microsoft Windows con il masterizzatore. Utilizza il tuo motore di ricerca preferito per trovarli. Un buon programma opensource è InfraRecorder, un buon programma freeware è Cd Burner XP. Assicurati, quando masterizzi la tua immagine ISO, di utilizzare la modalità "disc at once" (DAO) o "session at once" (SAO - spesso "una sessione alla volta", con programma in italiano) e non la "track at once" (TAO). Alcuni programmi (Nero) usano come predefinita la modalità TAO.

Usando MacOS X (10.3 e superiori)

Nel Finder aprire il menu Go e selezionare Utilità. Nella cartella Utilità troverai un'applicazione chiamata Utilità Disco. Aprila quindi trascina il file immagine ISO scaricato nella barra laterale sinistra. Seleziona l'immagine, fai clic su Masterizza e inserisci il CD/DVD. Per maggiori informazioni controlla la relativa pagina di supporto Apple.

Creare una chiavetta USB live avviabile

Fai riferimento a questa guida valida per Linux, MacOS e Windows: Chiavetta USB Live.


Risoluzione dei problemi di scaricamento

Scaricare file di grandi dimensioni come le immagini ISO a volte è difficoltoso. Qui ci sono alcuni suggerimenti per evitare i problemi più comuni:

  • Un errore di 'spazio non sufficiente' può verificarsi se la ISO DVD è stata scaricata su un filesystem FAT32, nonostante il tuo disco rigido abbia abbastanza spazio. Questo filesystem ha un limite per la dimensione dei file di 4 GB meno 1 byte (o 4.294.967.295 byte) e pertanto una ISO DVD (4.3GB) non è adatta. Per risolvere questo problema scarica le ISO CD o usa un altro disco rigido.
  • Prendi in considerazione di usare Metalink o BitTorrent invece di FTP. A volte hanno migliori prestazioni rispetto a FTP e possono assicurare che i dati siano stati trasferiti correttamente.
  • Ti consigliamo vivamente di usare un gestore degli scaricamenti o un client FTP che supporti la ripresa degli scaricamenti interrotti (resume). Se ci dovesse essere un problema la funzione di ripristino permette di continuare lo scaricamento fatto in precedenza piuttosto che dover ricominciare di nuovo. Molti gestori degli scaricamenti supportano anche la verifica del codice di controllo, che è raccomandata. Scegli un gestore degli scaricamenti con le caratteristiche di cui hai bisogno da questo ampio elenco.
  • Alcuni proxy sono configurati per non permettere l'accesso FTP. Se stai usando un proxy effettua lo scaricamento da un mirror HTTP.
  • Quando scarichi le ISO DVD, assicurati che il proxy e il client per lo scaricamento supportino i file grandi più di 4.3 GB. Se lo scaricamento termina prematuramente vicino al raggiungimento di quella dimensione, allora il client probabilmente non supporta i file grandi. Se stai usando Linux puoi usare Konqueror (browser di KDE), curl, o lftp (lukemftp). Su MacOS Safari e il client ftp predefinito dovrebbero funzionare. Se stai usando Windows vale la pena di provare FileZilla.

Vedi anche